Europa in movimento: in arrivo nuove regole per l’autotrasporto

Commissione Europea presenta nuove regole autotrasporto

Cabotaggio – prevista la possibilità di un numero indefinito di operazioni ma nell’arco di 5 giorni durante i quali il conducente è considerato un distaccato e quindi deve assolvere tutti gli obblighi previsti dalla disciplina sul distacco. La proposta elimina l’obbligo (imposto da alcuni Paesi) per l’impresa di avere un referente in ogni Stato in cui usa gli autisti, aumentando però i controlli.

Trasporto internazionale – in caso di trasporti transfrontalieri si applicano al conducente le condizioni normative e salariali più favorevoli del Paese di destinazione, se vi trascorre almeno 3 giorni al mese.

Riposo regolare settimanale – si afferma il divieto di effettuarlo nella cabina del camion, dovrà essere trascorso a casa o in adeguata sistemazione. Secondo la Commissione, questa modifica consentirà agli autisti internazionali di trascorrere più tempo a casa, se lo vogliono, e di avere un migliore riposo fuori dal camion (a spese delle aziende). Oggi, i conducenti devono svolgere un riposo minimo regolare di 45 ore dopo sei giorni di lavoro (comunque obbligatorio dopo la seconda settimana se si beneficia di quello ridotto), mentre con la nuova proposta dovranno compiere un riposo minimo di 24 ore dopo sei giorni di lavoro.

Letter box (società fittizie), verranno imposti nuovi criteri ed obblighi per contrastare le società di comodo costituite all’estero per beneficiare di una migliore imposizione fiscale e previdenziale.

Contattaci per avere maggiori informazioni sui servizi offerti da Consea.

1 Commento

  1. francesco 7 Mag 2018 Rispondi

    parlate, di nuove regole per l’autotrasporto e intanto nessuno controlla il mare di abusivi che circolano sulle nostre strade.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*