La direttiva Atex e i sistemi di gestione e controllo delle polveri immesse nell’aria: un caso concreto di applicazione.

La direttiva Atex e i sistemi di gestione e controllo delle polveri immesse nell’aria: un caso concreto di applicazione.

Nell’ambito della nostra attività di consulenza soprattutto nel settore delle omologazioni di veicoli industriali impiegati nel settore dell’igiene e delle bonifiche ambientali, come Consea ci siamo spesso imbattuti in soluzioni innovative e tecnologiche in grado di soddisfare i requisiti costruttivi che disciplinano l’uso di alcune apparecchiature adottate in zone a rischio esplosione.

Un sistema di gestione e controllo delle polveri immesse nell’aria e il controllo combinato delle concentrazioni polverose/temperatura è necessario per evitare il rischio di pericolosi inneschi di esplosioni in zone ATEX (ATmosphères EXplosibles) e non.

Un esempio di eccellenza in merito è fornito, ad esempio, da Longo Euroservice, uno dei nostri principali clienti e leader nel settore della metalmeccanica evoluta.

La ditta di Conversano che realizza ormai da decenni innumerevoli prodotti come combinate e allestimenti con sistema di riciclo, combinate ADR per rifiuti pericolosi, aspiratori polveri industriali, prodotti specifici per la pulizia delle strade e per proteggere l’ambiente, scavatori speciali, ha recentemente sviluppato due allestimenti davvero originali.

Uno è Rhino, escavatore con turbine con doppio impianto separato per l’aspirazione di materiale secco o liquido tramite una proboscide posteriore con tubo di diametro di 250 mm. L’attrezzatura è, in conformità dunque alla direttiva Atex, dotata di un innovativo sistema di gestione e controllo delle polveri immesse nell’aria in grado anche di evitare rischio di esplosioni.

L’altro automezzo innovativo prodotto da Longo e conforme alla direttiva Atex è Ghibli, aspiratore stradale adatto all’aspirazione mediante vuoto e al trasporto pneumatico di materiali asciutti e liquidi, inclusi quelli pericolosi “ADR”, in quanto capace d’aspirare da gran profondità ogni tipo di materiale umido, asciutto, polveroso o liquido, senza nessuna interruzione dell’aspirazione o tempi morti grazie all’esclusivo sistema automatico di filtraggio e di scarico delle polveri dal vano filtri.

Si tratta di due ottimi esempi di come sia possibile applicare una direttiva stringente come quella Atex ottenendo ottimi risultati in fatto di affidabilità e sicurezza.

Consea, punta di diamante del Gruppo Serveco in materia di consulenza ambientale e strategica per enti e imprese pubbliche e private, cerca, per quanto possibile, di valorizzare le eccellenze locali soprattutto quando queste riescono a coniugare efficacemente tecnologia, ambiente e sicurezza.

Contattaci per avere maggiori informazioni sui servizi offerti da Consea.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*