Veicoli aziendali, non decolla la mobilità elettrica

Per i veicoli aziendali è ancora lontana una vera e propria svolta elettrica. Lo dice una ricerca effettuata dall’Osservatorio Top Thousand su 60 grandi flotte e un campione di quasi 52.000 veicoli per comprendere le potenzialità delle auto elettriche nelle flotte aziendali.

Le soluzioni di mobilità elettrica scontano ancora oggi  importanti limiti nella percezione delle imprese, che le reputano meno flessibili ed efficaci rispetto a quelle tradizionali (auto a motore termico).

Il 45% dei veicoli aziendali percorre meno di 100 km al giorno.

 

Mobilità elettrica

 

I titolari delle flotte hanno però piena cognizione che il futuro vedrà protagonisti i veicoli elettrici, anche se non nel breve o medio termine, e a condizione di importanti investimenti economici (incentivi) e infrastrutturali (rete di ricarica) da parte del Governo. Ma gli ingredienti indispensabili per il “cocktail” sono anche altri: progresso tecnologico e attenzione all’ambiente combinata con normative di limitazione della circolazione dei veicoli termici nei centri cittadini. La mobilità urbana resterà il loro ambito principale di circolazione.

I dubbi maggiori sulla mancata attivazione di soluzioni elettriche restano incentrati sulla limitata autonomia di questi veicoli. Elemento che si combina con l’insufficienza della rete di ricarica a coprire le esigenze della flotta. Soprattutto al centro-sud Italia. I prezzi delle auto elettriche, inoltre, sono alti, così come i relativi canoni di noleggio, ragion per cui chi ha un’auto assegnata vede ridursi le possibilità di scelta di modelli/versioni e la “ricchezza” stessa della car policy.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*